Logo Ancillotti® Motor Cycles
Ancillotti: N°1 tra i brand storici di bici - Ancillotti, primo brand italiano nel Registro Speciale dei Marchi Storici - Ancillotti Bike - Ancillotti MTB - Ancillotti prototipo Scarab EVO - Ancillotti FRY - Ancillotti DownHill - Ancillotti FreeRide Ancillotti MTB Scarab - Ancillotti Scarab MTB - Ancillotti Scarab Evo29- Ancillotti Montain bike - Modelli Ancillotti - Ancillotti Scarab EVO

Ancillotti: N°1 tra i brand storici di bici

Non tutte le biciclette hanno l’onore di appartenere a un marchio di interesse storico. Il primo, in questo settore e in Italia, a essere iscritto nel Registro Speciale dei Marchi Storici è il brand Ancillotti, un nome che si associa subito a motociclette, motori e biciclette di qualità eccellente ed elevate prestazioni.

Con una tradizione di oltre 50 anni, Ancillotti è oggi presente sul mercato con una linea di biciclette che coniuga un design innovativo, come vuole la lavorazione artigianale, con funzionalità e performance.

Ancillotti, primo brand italiano nel Registro Speciale dei Marchi Storici

Ancillotti è il primo marchio di biciclette italiane iscritto nel Registro Speciale dei Marchi Storici di interesse nazionale, al numero 29.

La denominazione di “Marchio Storico di Interesse Nazionale” è un riconoscimento di cui solo le aziende italiane che dispongono di un marchio registrato da almeno 50 anni possono fregiarsi, come testimonianza del loro prezioso contributo alla “storia” dell’imprenditoria nazionale.

Si tratta di un elenco particolare, istituito il 30 Aprile 2019 per volere del MISE, Ministero dello Sviluppo Economico. Nel 2021 nasce anche l’Associazione italiana marchi storici (Amsi) che racchiude alcune grandi aziende italiane, come Inghirami, Antinori e Benetton, tra gli 8 soci fondatori.

Essere iscritti nel Registro Speciale dei Marchi Storici di interesse nazionale, come Ancillotti, non è per tutti, ma spetta solo alle aziende più meritevoli, che rappresentano la tradizione italiane e che hanno dimostrato una continuità operativa per oltre mezzo secolo. Ovviamente, oltre ad essere un onore, il far parte del Registro dei Marchi Storici è anche un onere per le imprese che devono rispettare alcuni standard e determinate procedure operative.

L’avventura di Ancillotti, il primo marchio italiano di biciclette di interesse storico, inizia a Firenze nel 1967. Nasce qui l’”Ancillotti Meccanica” di Gualtiero seguendo una tradizione ereditata dal padre. Era il 1938, infatti, quando suo padre aveva fondato la prima officina “Specialità Moto” nel quartiere storico fiorentino di San Frediano.

Da subito arrivarono i primi successi e si evidenziò un approccio rivoluzionario: i primi interventi furono eseguiti sui modelli WLA degli anni ‘40, le famose motociclette Harley Davidson. L’Officina Ancillotti si occupò di sostituire il telaio rigido con un modello elastico: per allora, si trattò quasi di una piccola rivoluzione.

Negli anni ’60, Ancillotti lavorò anche sugli scooter, tra cui la Lambretta Innocenti, con la quale Ancillotti realizzò nel 1966 sul circuito di Elvington, in Inghilterra, i due record del mondo ancora imbattuti sul chilometro e sul quarto di miglio con partenza da fermo. Questo fu il primo passo di un lungo percorso che porterà alla realizzazione di moto da Cross, Enduro, Regolarità e Trial. Il modello Scarab fu un vero e proprio diamante del brand Ancillotti, l’oggetto dei desideri di tutti i ragazzi di quell’epoca.

Artigianalità, attenzione ai dettagli e tanta passione, si evincono ancora oggi anche nella linea di biciclette dal design innovativo e performante.

Ancillotti Bike

La biciclette Ancillotti si notano per il loro design innovativo, ma che non tradisce una grande attenzione alla realizzazione di particolari che è un tratto distintivo del brand e delle lavorazioni artigianali.  Le bici Ancillotti sono le prime a essere iscritte nel Registro Speciale dei Marchi Storici.

L’ultima bicicletta di Casa Ancillotti, la Scarab Evo 29 è un remake in chiave contemporanea della vecchia Scarab, un modello che risale a oltre 30 anni fa. Oggi, questo modello presenta interessanti features e saltano subito all’occhio le ruote da 29 pollici che danno un angolo sterzo di 65°, il Pull-Shock proprio come da tradizione Ancillotti.